Semi di canapa sativa: l’alimento più nutriente al mondo

image_pdfimage_print

SEMI DI CANAPA: PROPRIETA’, USI

 

I semi di canapa rappresentano un alimento naturale selezionato a partire da speciali sementi autorizzate di Canapa Sativa alimentare. I semi di canapa sono rinomati soprattutto per via del loro particolare valore nutrizionale.

Non è da sottovalutare il contenuto vitaminico dei semi di canapa, che vede, in particolare, la presenza di vitamina E, adatta a svolgere una importante azione antiossidante, oltre che di sali minerali, come potassio, magnesio e calcio. I semi di canapa sono considerati come un alimento adatto alla prevenzione di colesterolo alto, asma, sinusite, artrosi, tracheite e malattie legate all’apparato cardiocircolatorio, per via del loro particolare contenuto nutrizionale. Sono inoltre considerati come un alimento adatto a proteggere ghiandole, muscoli e sistema nervoso.

sono infatti considerati un alimento completo dal punto di vista del contenuto di aminoacidi e benefico per il loro apporto di vitamine e di minerali all’interno dell’alimentazione umana.

I semi di canapa sono composti per un quarto da elementi proteici, in una combinazione unica rispetto a gran parte degli alimenti vegetali. Essi contengono infatti tutti gli aminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine. Gli aminoacidi rappresentano gli elementi a partire dai quali il nostro organismo è in grado di produrre le proteine necessarie al proprio funzionamento. Per questo motivo, i semi di canapa sono considerati come un alimento completo dal punto di vista proteico. Gli 8 aminoacidi essenziali che essi contengono sono: leucina, isoleucina, fenilalanina, lisina, metionina, treonina, triptofano e valina.

Essi contribuiscono al rafforzamento del sistema immunitario del corpo umano e la loro frazione lipidica contiene circa per il 75% acidi grassi polinsaturi essenziali, come l’acido llinolenico, linoleico e alfalinoleico. Si tratta di acidi grassi polinsaturi considerati essenziali per il funzionamento dei muscoli, dei recettori nervosi e di numerose ghiandole presenti nel nostro organismo. Nei semi di canapa, gli acidi grassi omega 3 ed omega 6 sono presenti secondo un rapporto proporzionale ritenuto ottimale e utile per la regolazione delle attività metaboliche dell’organismo.

ulteriori impieghi che riguardano i semi di canapa.

Essi vengono  macinati finemente per ottenere la relativa farina, vengono utilizzati nella preparazione di latte di semi di canapa, ma anche del tofu di canapa, una variante del tofu classico, a base di fagioli di soia gialla, oltre che di seitan ai semi di canapa.

I semi di canapa vengono inoltre utilizzati nella preparazione dell’olio di canapa. Si tratta di una tipologia di olio da utilizzare a crudo nel condimento delle pietanze. L’olio di semi di canapa mantiene le proprietà dei semi stessi, risultando altrettanto ricco di acidi grassi essenziali. L’olio di semi di canapa viene spremuto a freddo affinché le sue proprietà non vadano perdute. Esso viene utilizzato in ambito alimentare e risulta molto gradevole grazie al suo sapore di nocciola, proprio dei semi di canapa stessi, ma può essere impiegato anche in ambito cosmetico, per il nutrimento della pelle e per effettuare dei massaggi.

Principali nutrienti dei semi di canapa

Il valore nutrizionale dei semi di canapa è davvero completo e unico rispetto ad altri alimenti di origine vegetale.

Per il 25% sono composti da proteine, ma in una combinazione eccezionale che vede presenti tutti gli 8 aminoacidi essenziali per la sintesi proteica.

Le proteine che assumiamo attraverso la dieta sono scomposte dall’organismo in aminoacidi che, terminato il processo digestivo, vengono riassemblati per costituire un nuovo tessuto proteico: il fine principale della sintesi proteica è quello del rinnovo cellulare.

Gli aminoacidi carenti possono essere generalmente sintetizzati dallo stesso organismo, ma questo non vale per gli 8 definiti essenziali, che devono essere introdotti attraverso il cibo.

I semi di canapa sono tra i cosiddetti alimenti “proteici completi” proprio perché contengono tutti gli aminoacidi essenziali.

Valido anche l’apporto vitaminico (soprattutto per la vitamina E) e di sali minerali (calcio, magnesio e potassio).

La parte lipidica dei semi di canapa è prevalentemente composta da grassi insaturi: i famosi omega 6 e omega 3, molto utili, ad esempio, in caso di artrite.

Una dieta sana ed equilibrata dovrebbe prevedere l’assunzione di questi acidi grassi in proporzioni precise: il rapporto ottimale omega 6/omega3 dovrebbe essere 5:1, ma le cattive abitudini alimentari del mondo contemporaneo hanno alterato questa proporzione fino a toccare rapporti del 20:1.

Nei semi di canapa il contenuto di acidi omega 6 e omega 3 rispetta appieno il rapporto ottimale che regola correttamente l’attività metabolica.

Proprietà e benefici

Le proprietà dei semi di canapa sono dovute soprattutto all’alta presenza degli acidi polinsaturi che li rendono preziosi per combattere e prevenire diversi disturbi tra i quali l’arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesterolo, artrosi, malattie del sistema respiratorio (ad esempio asma, sinusite e tracheite), eczemi e acne.

I semi di canapa sono davvero una medicina naturale e un’assunzione costante può contribuire a mantenere in buona salute diverse ghiandole e muscoli e rinforzare il sistema nervoso.

I semi di canapa in cucina

Come mangiare i semi di canapa

Possiamo mangiare i semi di canapa , già decorticati, così come sono, ovvero crudi. Possiamo decidere di aggiungerli come condimento alle nostre insalate, o macedonie, per preparare dei frullati, oppure come aggiunta nello yogurt. L’importante è sapere che se vogliamo mantenere tutti i nutrienti intatti, i semi di canapa non vanno assolutamente cotti.

I semi di canapa hanno un sapore molto gradevole e sono facilmente digeribili, per questo vengono molto utilizzati in cucina, soprattutto per arricchire insalate (come tutti la maggior parte dei semi oleosi) o per la preparazione di biscotti e dolci ma anche di pesti e salse.

Con i semi di canapa si prepara l’ Hemp-Fu, un prodotto simile al tofu di soia ma dal sapore molto più marcato. Il tofu di canapa è molto utilizzato nella dieta vegana per preparare creme (dolci o salate) o da gustare saltato in padella.

Dalla macinazione dei semi di canapa si ricava anche la farina di canapa, ricca di nutrienti e utile per il sistema immunitario.

 

 

L’olio di canapa è il re degli antinfiammatori e viene raccomandato per tutti quei casi in cui è in atto un “incendio” nel corpo, ovvero un’ accumulo di tossine a carico dei tessuti, ed è anche un grandissimo alleato della pelle.

Quest’olio ha una caratteristica particolare che lo rende straordinario rispetto a qualsiasi altro alimento in natura: il perfetto equilibrio tra omega-3 e omega-6; la proporzione è 3:1, rapporto raccomandato dalle ricerche mediche e dalle più avanzate teorie nutrizioniste.

Ricco in amminoacidi e vitamine, tra cui A, E, B1, B2, PP, C. Contiene una buona dose di sali minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo; fitosteroli e cannabinoidi (specialmente CBD, Cannabidiolo) che lo rendono un immunomodulatore, ovvero un olio con grande funzione di sostegno per quanto riguarda il sistema immunitario e le funzioni cognitive.

L’olio di canapa in ayurveda

In ayurveda quando l’olio di canapa serve per curare malattie della pelle, oltre che all’ assunzione per bocca, si applica anche direttamente sulla zona da trattare per ridurre i pruriti e le infiammazioni; è straordinariamente efficace anche per la cura dei funghi alle unghie (onicomicosi).

L’olio di canapa è usato anche in tutta quella branca dell’ ayurveda che cura disturbi legati alla sfera femminile, come la sindrome premestruale; è usato anche nella menopausa, perché combatte l’osteoporosi.

Utilissimo per tutti i disturbi legati a Vata, al movimento all’interno del corpo e, in special modo, al movimento del pensiero dentro al nostro sistema. In molti reparti di medicina ayurvedica lo si usa per problemi di natura neurologica e psichica.

La sua azione sedativa sul sistema nervoso lo rende efficace in caso di deficit della memoria, difficoltà di concentrazione e mancanza di attenzione, depressione cronica e depressione post-parto; disturbi del linguaggio e caratteriali, autismo, nevrosi.

In medicina ayurvedica il benessere della mente va di pari passo con il mantenimento del fuoco digestivo a un buono stato. la maggior parte dei disturbi dipendono da uno scorretto uso del pensiero e da una trascuratezza rispetto al proprio sistema digerente. L’olio di canapa è un grande depurativo in questo senso e aiuta il fegato nella sua funzione preziosissima di filtro del sangue.

Infine, l’olio di canapa è usato di frequente per trattamenti di bellezza e per curare l’estetica di viso e collo, oltre che essere impiegato nella preparazione dei saponi.

⇒ In Breve… Motivi per scegliere semi di canapa

  • sono ricchi di antiossidanti naturale
  • combattono l’azione dei radicali liberi
  • aiutano a curare o prevenire patologie cancerose
  • contengono buoni livelli di calcio
  • possiedono ottimi livelli di potassio
  • sono ricchi di amminoacidi
  • facilitano il recupero dopo uno sforzo
  • Sono ricchissimi di proteine
  • facilitano la creazione di immunoglobuline
  • favoriscono l’azione degli anticorpi
  • hanno proprietà antinfiammatorie
  • sono ricchi di vitamina E
  • hanno un considerevole contenuto di minerali
  • garantiscono un equilibrato apporto di omega 3 e 6
  • grazie alla lecitina supportano il lavoro del cervello
  • agiscono positivamente nella protezione del fegato
  • contengono proteine facilmente digeribili ed assimilabili
  • hanno proprietà antistaminiche
  • agiscono nel trattamento del dolore sia a livello muscolare che nervoso
  • abbassano nel sangue i livelli di colesterolo e trigliceridi
  • aiutano a proteggere il muscolo cardiaco
  • contengono tutti gli amminoacidi essenziali
  • sono un ottima fonte di proteine
  • permettono di sfruttare  al massimo  le proprietà alimentari della canapa

Cosa aspetti ad ordinarli ora ?

 

Lascia una risposta