Back to Colesterolo

AMORFIBRA

 15,90

integratore alimentarecostituito dall’associazione sinergica, bilanciata e studiata di due tipi di fibre alimentari solubili, psillio e phgg. so.

POLVERE IN BARATTOLO

DA 102 g PARI A 15 DOSI
=======
vedi anche  
Compara

Scheda Del Prodotto

image_pdfimage_print
  • Nome: AMORFIBRA
  • Che cos’è: AMORFIBRA è un integratore alimentare innovativo costituito dall’associazione bilanciata e studiata di due tipi di fibre alimentari solubili, utili per promuovere il benessere intestinale attraverso la regolarizzazione del transito in modo del tutto naturale e fisiologico. Utile coadiuvante nel contrastare  tensione,  irregolarità e gonfiore addominale. L’integrazione di fibre solubili prima dei pasti può inoltre risultare particolarmente vantaggiosa per facilitare il conseguimento del senso di sazietà.
  • Confezione: POLVERE IN BARATTOLO DA 102 g PARI A 15 DOSI
  • Composizione: Fibra alimentare solubile gomma guar parzialmente idrolizzata (Cyamopsis tetragonoloba, semi),  Psillio semi polvere al 95% (Plantago Ovata), Aroma.
  • Come si usa: Assumere una dose (un cucchiaio da tavola) di Amorfibra 1 volte al giorno, subito prima o preferibilmente lontano dai pasti. Si consiglia di assumere il prodotto effettuando cicli della durata di almeno 3 mesi. MODALITÀ DI ASSUNZIONE: Aggiungere un cucchiaio da tavola di Amorfibra (1 dose) ad un bicchiere di acqua naturale o succo di frutta. Mescolare velocemente con l’ausilio di un cucchiaino ed assumere il Amorfibra immediatamente dopo la solubilizzazione senza attendere.
  • Notificato al ministero / Codice: 54081
  • Codice Farmadati: 922009182
  • Avvertenze: Si consiglia di norma di assumere Amorfibra due ore prima o due ore dopo l’assunzione dei farmaci. Il prodotto è controindicato in caso vi sia il rischio di ostruzione intestinale o dove vi sia già presente. Tenere al di fuori della portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e con un adeguato apporto di liquidi. Se impiegato nell’ambito di una dieta ipocalorica adeguata per periodi prolungati, superiori alle tre settimane, si consiglia di sentire il parere del medico. Non superare la dose consigliata. Da conservare in luogo fresco e asciutto. Seguire uno stile di vita sano.
  • Note: Il prodotto non è un medicinale ma un integratore alimentare e quindi non va visto come una terapia, non intende diagnosticare, trattare, prevenire o curare alcuna patologia. Le informazioni aggiuntive distribuite insieme ai prodotti hanno quindi solo carattere puramente informativo e non intendono sostituire il parere del medico o di altri operatori sanitari/professionisti di categoria. Prima di assumere qualsiasi cosa così come gli integratori alimentari, si suggerisce di consultare sempre il proprio medico curante. Come per tutti gli integratori alimentari, le aspettative sui i risultati potrebbero variare da persona a persona e di certo quindi quest’ultimi non possono essere garantiti. Al fine di offrire la migliore esperienza possibile ai propri clienti, la Eikron, qualora si renda necessario, si riserva il diritto di introdurre tutte le eventuali modifiche nelle formulazioni o nel packaging, necessarie, in qualsiasi momento e senza alcun obbligo di preavviso.
  • Tags / Keywords / Focus on: intestino, fibre, stipsi, diarrea, metabolismo, controllo glicemico, diete,  emorroidi, ragadi, colon irritabile, gonfiore addominale, glicemia alta, colesterolo, controllo del peso corporeo, regimi dietetici. Le fibre alimentari quali psillio e phgg sono utili per promuovere il benessere intestinale attraverso la regolarizzazione del transito in modo del tutto naturale e fisiologico, combattendo efficacemente stitichezza-stipsi e diarrea. Sono l’ideale anche per il conseguimento del senso di sazietà, nel controllo degli zuccheri, nel miglioramento del profilo metabolico e nella gestione dei lipidi, colesterolo e trigliceridi.

Tabella composizione

image_pdfimage_print

DOSE GIORNALIERA SUGGERITA

1 CUCCHIAIO DA TAVOLA

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI PER DOSE GIORNALIERA

PRINCIPIO ATTIVO

Q.TA’

NRV

Gomma guar parzialmente idrolizzata (phgg)

3 g

*

Psillio semi polvere 95%

3 g

*

Scheda Erboristica

image_pdfimage_print

Studi ed approfondimenti

Le fibre di phgg e psillio aiutano in caso di emorroidi perché rendono le evacuazioni più semplici, aiutano in caso di controllo del peso perché concorrono ad un aumentato senso di sazietà, aiutano il corpo nel contrastare l’innalzamento degli zuccheri nel sangue perché aiutano ad abbassare l’indice glicemico dei cibi. Le fibre di psillio e phgg unite, esplicano una doppia azione rafforzata e si sono rivelate utili per promuovere il benessere intestinale attraverso la regolarizzazione del transito in modo del tutto naturale e fisiologico.

PHGG: La fibra solubile PHGG (gomma guar parzialmente idrolizzata) è una fibra ottenuta dalla pianta Cyamopsis tetragonoloba. Questa fibra possiede un attività prebiotica ed essendo la sua molecola costituita in modo sostanziale anche da polisaccaridi non metabolizzati dalla flora intestinale, il suo grado di fermentazione è molto ridotto rispetto ad altre fibre. E’ attiva principalmente nel colon riuscendo a legare grandi quantità di acqua in modo da rendere così le feci più morbide e voluminose, vincendo così la stitichezza (stipsi). La PHGG interferisce con l’assorbimento di zuccheri e grassi a livello intestinale mostrando quindi un azione ipocolesterolemizzante ed ipoglicemizzante. La PHGG è molto ben tollerata; poiché non gelifica e quindi di norma non provoca gonfiore gastrico.

PSILLIO: La fibra di PSILLIO è una fibra solubile che regola la funzionalità intestinale, aiutando la rimozione delle scorie anche in presenza di ragadi ed emorroidi. Le parti utilizzate in fitoterapia sono i semi, che sono costituiti in gran quantità di mucillagine. La mucillagine dello psillio ha una straordinaria funzione emolliente, antiflogistica e regolatrice della funzionalità e transito intestinale. L’assunzione di fibra di PSILLIO può rivelarsi molto utile dunque non solo in caso di stitichezza, ma anche in molti altri disordini. Vi sono condizioni che inducono un’alterazione della motilità intestinale, come accade in chi è colpito dalla sindrome del colon irritabile che spesso si manifesta con dolori e gonfiore addominale. Inoltre, anche alcuni disordini metabolici, come quelli caratterizzati da un cattivo assorbimento degli zuccheri o grassi, possono influire negativamente sulle funzionalità intestinali, per cui l’assunzione di fibra di psillio può essere molto indicata. Uno studio clinico randomizzato per valutare gli effetti della Plantago ovata, conosciuta anche come psillio, in pazienti affetti dal Morbo Parkinson è stato effettuato per verificare se vi erano cambiamenti nella farmacocinetica della levodopa e dei parametri biochimici. A seguito di questo studio, la Plantago ovata, ovvero le bucce polverizzate che comunemente si usano come fibra alimentare per varie patologie come diabete, stitichezza e costipazione cronica, colesterolo, potrebbe essere utilizzato in pazienti con malattia di Parkinson per ridurre i sintomi dei disturbi gastrointestinali ed anche per migliorare la farmacocinetica della levodopa. Il mantenimento delle concentrazioni plasmatiche costanti di levodopa abolisce le fluttuazioni cliniche in pazienti parkinsoniani. Lo scopo di questo studio clinico randomizzato è stato quello di stabilire l’influenza della fibra di da bucce di Plantago ovata nella farmacocinetica della levodopa quando somministrato a pazienti affetti dal morbo di Parkinson anche se ben controllati dall’assunzione dei loro farmaci per via orale. Per valutare gli effetti di questa fibra sui diversi parametri biochimici, 18 volontari hanno partecipato allo studio ed hanno ricevuto in alternativa due trattamenti (Fibra da bucce di Plantago ovata o placebo) con la loro dose orale abituale di levodopa / carbidopa. Nei giorni 0 (situazione iniziale), 14 e 35 dello studio, i campioni di sangue sono stati prelevati per valutare la farmacocinetica della levodopa e per determinare i parametri biochimici. Il Levodopa Cmax era molto simile nella situazione iniziale (603,2 ng / ml) e dopo la somministrazione del placebo (612,0 ng / ml), essendo leggermente inferiore (547,8 ng / ml), quando è stato dato il Plantago ovata. Si è visto quindi anche che la fibra ha ridotto significativamente il numero di picchi osservati nelle concentrazioni di levodopa, mantenendo concentrazioni più stabili. Nessuna differenza significativa è stata trovata nel colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi con la somministrazione di fibra di Plantago ovata. In conclusione, la somministrazione della lantago ovata ha causato un effetto levigante e di omogeneizzazione dell’assorbimento del levodopa, fornendo concentrazioni più stabili e maggiori livelli finali, risultando in un grande vantaggio per i pazienti

 

(Fonte studio: BMC Complement Altern Med. 2014 Aug 12;14:296. doi: 10.1186/1472-6882-14-296.A randomised clinical trial to evaluate the effects of Plantago ovata husk in Parkinson patients: changes in levodopa pharmacokinetics and biochemical parameters. Fernandez-Martinez MN1, Hernandez-Echevarria L, Sierra-Vega M, Diez-Liebana MJ, Calle-Pardo A, Carriedo-Ule D, Sahagún-Prieto AM, Anguera-Vila A, Garcia-Vieitez JJ.)

La gomma di guar parzialmente idrolizzata (PHGG), è una fibra dietetica solubile che ha dimostrato di fornire molti benefici per la salute. Precedenti studi hanno suggerito che la combinazione di PHGG con proteine fornisce un significativo effetto sulla sazietà. Ciò fino ad oggi è mancato, è stato quello di valutare l’effetto della somministrazione di piccole dosi di PHGG post pasto e verificare poi lo stato di sazietà. Gli obiettivi di questi studi dovevano trovare la percezione soggettiva di post-pasto sazietà con somministrazione acuta e lungo termine di piccole quantità di PHGG solo con il cibo, i suoi effetti sulla successiva assunzione di energia e degli effetti di confronto tra i diversi tipi di fibre solubili. Sono stati condotti quindi i seguenti tre studi separati: nello studio 1, soggetti sani (n 12) hanno consumato PHGG insieme alla colazione, pranzo ed uno spuntino serale; nello studio 2, soggetti sani (n 24) hanno consumato 2 grammi di PHGG o destrina con yogurt come prima colazione per 2 settimane; nello studio 3, soggetti sani (n = 6) hanno preso 6 grammi ciascuno di PHGG o di indigeribile destrina o di inulina insieme al pranzo. In tutti gli studi, vari parametri di sazietà sono stati misurati prima e dopo il consumo di PHGG. L’aggiunta di PHGG ha mostrato una significativa acuta ed a lungo termine gli effetti sazietà rispetto al controllo e / o una quantità uguale di carboidrati o altri tipi di fibra solubile. Lo studio 2 ha anche indicato che il consumo prolungato di PHGG può significativamente ridurre l’apporto energetico da tutto il giorno attraverso gli spuntini. La PHGG si presta dunque ad essere una fibra naturale solubile ideale per fornire effetti acuti sulla sazietà ed a lungo termine per un comodo controllo dell’appetito.

(Fonte: Br J Nutr. 2015 May 14;113(9):1489-98. doi: 10.1017/S0007114515000756. Epub 2015 Apr 8.Post-meal perceivable satiety and subsequent energy intake with intake of partially hydrolysed guar gum. Rao TP1, Hayakawa M2, Minami T1, Ishihara N1, Kapoor MP1, Ohkubo T1, Juneja LR1, Wakabayashi K2.)

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “AMORFIBRA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più Informazioni sul prodotto ? Chiamaci !