CONOSCIAMOCI MEGLIO.

leggere il testo e poi inviare la conferma alla fine della pagina per la consulenza

o chiedere la versione su WhatsApp.

Se hai già inviato il Modulo in altra data vai alla consulenza Non devi inviarlo di nuovo 

 

Chi è il Naturopata facciamo chiarezza?

 

In italia la figura del Naturopata non ha nessun inquadramento professionale, non è regolamentata da nessuna legge, però la legislatura vigente e la costituzione tutelano la libera professione. Il Naturopata può quindi liberamente svolgerà la sua attività lavorativa nei termini consentiti.  

 

  • Per Naturopatia si intende un insieme di discipline finalizzate alla conservazione dell’equilibrio energetico facenti riferimento a metodiche di approccio naturali ed energetiche codificate nell’ambito di una visione olistica dell’essere umano.
  • Il Naturopata è un operatore professionista che opera autonomamente nel campo della Naturopatia, che si impegna nella promozione della salute individuale e sociale attraverso l’utilizzo delle più aggiornate metodiche preventive ed olistiche non invasive.
  • il malato che, dopo essere andato dal medico, di sua iniziativa ossia senza l’interferenza di nessuno, provvisto della diagnosi di questi, deve scegliere liberamente di consultare il Naturopata per chiedergli di aiutarlo con metodi naturali .
  • il Naturopata non deve invadere le professioni già esistenti, tra le quali quella del – medico: non può fare ‘cura’ e ‘diagnosi’ secondo le modalità tipiche della medicina ufficiale e non può curare o dispensare terapie mediante farmaci o strumenti propri della professione medica perché tale è, appunto, il compito del medico, non dare rimedi o farmaci che sono dispensati per legge dal farmacista

 Quanto costa una visita da un naturopata?

La consulenza naturopatica costa 60 euro e dura 1 ora.
I PRIMI 15 MINUTI SONO SEMPRE GRATUITI E SE LO RITENGO OPPORTUNO REGALARTI L’INTERA CONSULENZA

IL NATUROPATA PUO’ SOLO CONSIGLIARE

Il naturopata in base alla sua formazione professionale può valutare lo stato “energetico” ed analizzare eventuali “squilibri olistici” della persona. Può valutare o rilevare in base alle tecniche della Naturopatia “segni” di eventuali carenze di Nutrienti o altre situazioni che creano un stato di “disfunzione energetica”…
In base all’ ascolto, analisi e rilevazione di parametri propri della Naturopatia suggerire una integrazione mediante prodotti definiti “integratori” e un approccio alimentare o di comportamento.

E’ fondamentale comprendere SUGGERIRE …. il naturopata NON puo fare prescrizione ne diagnosi medica di malattia o altro che sia di competenza dei medici… quindi può solo suggerire un determinato approccio “integrativo, alimentare e di comportamento di riequilibrio pscicologico tramite tecniche di Naturopatia od simili”

Ogni persona che si rivolge al Naturopata si assume la responsabilità personale di aver compreso i suggerimenti del naturopata e di comprendere che NON E’ UN MEDICO, Se sta prendendo Farmaci o altre cure prescritte dal medico e decide di sospenderle, variarle o integrarle con prodotti “naturali”,  la sua decisione come sancita dalla costituzione “sulla liberta di cura” è solo di sua responsabilità.

Ogni persona deve sempre informare il suo medico curante delle sue decisioni e valutare ogni variazione Terapeutica, integrazione e alimentazione con il medico curante. Essendo sua libera facoltà non farlo se ne assume la piena e totale respnsabilità, di fatto ogni suggerimento del Naturopata deve essere Ben spiegato e Compreso dalla persona che esercita e utilizza Volontariamente tali suggerimenti, facendo questo si assume in Toto la responsabilità di tale azione.

Questa è la legge e gli ambiti odierni.

INTEGRATORI 

Nella scienza dell’alimentazione si definiscono integratori alimentari quei prodotti specifici, assunti parallelamente alla regolare alimentazione, volti a favorire l’assunzione di determinati principi nutritivi. Gli integratori alimentari sono alimenti destinati a integrare la dieta. Non sono farmaci da prescrizione e non sono destinati al trattamento o alla diagnosi di malattie.


Cosa vuol dire fitoterapico?
I medicinali fitoterapici sono tutti quei medicinali – ufficialmente approvati dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA), che ne ha verificato qualità, efficacia e sicurezza – in grado di trattare una malattia o uno stato patologico, il cui principio attivo è una sostanza vegetale. Questi medicinali vengono venduti esclusivamente nelle farmacie: per alcuni di essi è necessaria la prescrizione medica, mentre altri possono essere acquistati come medicinali da banco.


I prodotti erboristici, al contrario, non hanno l’autorizzazione all’immissione in commercio e non possono essere definiti medicinali, sebbene in alcuni casi si ravvisi una qualche loro attività farmacologica.

  • I prodotti da erboristeria sono considerati alla pari degli integratori alimentari, mentre agiscono con meccanismi simili ai farmaci.
  • Se vengono usati da persone competenti secondo le evidenze scientifiche sono dei farmaci a tutti gli effetti (medicina allopatica).
  • Vengono assunti autonomamente dalle persone con l’idea che possano fare solo bene e che non abbiano alcun effetto collaterale.
  • Anche se i medici chiedono esplicitamente ai pazienti se assumono integratori, i pazienti dimenticano di dire che assumono fitoterapici perché non li considerano neppure integratori. È necessario che i medici chiedano direttamente se oltre agli integratori assumono anche prodotti da erboristeria.
  • La normativa per registrare un farmaco è molto complessa e onerosa, quindi le varie aziende preferiscono registrare i fitoterapici come integratori.
  • I medici tedeschi studiano la botanica durante il corso universitario e prescrivono di routine fitoterapici ai loro pazienti. Alcuni fitoterapici sono anche rimborsati dal sistema sanitario tedesco.
  • In Italia il corso di laurea in medicina non prevede più lo studio della botanica dagli anni ’30 del secolo scorso. I medici italiani, a meno che non seguano dei master post laurea in fitoterapia, non conoscono la materia. I farmacisti spesso sono molto più preparati.

 

COSA SIGNIFICA TUTTO QUESTO? 

Un Naturopata o altra figura similare conosce dalle numerose pubblicazioni scientifiche internazionali e studi scientfici che le piante o fitocomplessi o altre formulazioni di origine vegetale o minerale o altrimenti catalogate, hanno principi attivi è un fitocomplesso avente una funzione “farmacologica” se assunti. Quindi non sono “integratori” che apportano Vitamine o ad altri nutrienti quindi NON integrano l’alimentazione! ma agiscono in sinergia con il sistema Umano nel ripristinare lo stato di “salute energetica”. Ogni Fitocomplesso o altro “prodotto” agisce nel suo preciso ambito. Gli stessi farmacisti o medici che “consigliano” gli integratori “da piante e similari” se non sono registrate ed approvate come farmaci non possono consigliarli per qualsivoglia problema “di salute o di stato di malattia” non essendo per legge attribuibile agli integratori alcuna capacità o funzione “farmacologica verso alcuna malatia o problema di salute”.

Quindi si comprende la assoluta “follia” di questa sitauzione. Sappiamo Tutti quale funzione ha da secoli L’iperico (all’iperico vengono attribuite proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti e, soprattutto, antidepressive e ansiolitiche. In particolare, l’azione antinfiammatoria sembra sia dovuta all’ipericina e all’amentoflavone (un flavonoide) contenuti all’interno della pianta stessa.) ma non si può dire! Nessuno può dire ufficilamemte e legalmente “prendi Iperico come antidressivo!”

Quindi COME NATUROPATA non posso attribuire legalmente nessuna attività (farmacologica) anche minima a qualsiasi prodotto “naturale” le mie affermazioni sono basate solo su “attribuzioni” di proprietà lette in libri e manuali (anche approvati dalle autorità internazionali), sul Web e su altre fonti ma mai validate da studi scientifici secondo i canoni e metodi della medicina ufficiale. Quindi OGNI FITOCOMPLESSO O ALTRA  FORMULAZIONE  NON PUO ESSERE USATA PER LEGGE PER  CURARE ALCUNA MALATTIA O RISTABILIRE O CONTRASTARE ALCUNA SITUAZIONE DI PERDITA DELLA SALUTE…

questa è la legge e questo deve sapere chi decide di usare un prodotto erboristico o naturale o complementare.

Se decidi di continuare e consultarmi affermi di aver ben compreso quanto sopra scritto e di scegliere liberamente di esercitare la tua libertà in fatto di salute personale.

 

MODULO DI CONSENSO DA INVIARE

 

Privacy Naturopatia
Modulo di consenso alla consulenza on line, telefono o tramite email

 

DOPO AVER INVIATO IL MODULO

 

 

MODULO DI CONSENSO ALLA CONSULENZA DI NATUROPATIA ERBORISTERIAWEB