Circolazione

Berberina 30 caps

 16,00

La berberina sembra particolarmente efficace nell’abbassare i livelli di glucosio nel sangue in persone diabetiche.

Scheda Del Prodotto

INGREDIENTI: Berberina 200 mg, Mangostano 200 mg.

POSOLOGIA: 1 cp 3 volte al dì.

 

Berberina e Diabete

La berberina sembra particolarmente efficace nell’abbassare i livelli di glucosio nel sangue in persone diabetiche. In uno studio, la berberina (500mg 3 volte al giorno per 3 mesi) ha esibito un’efficacia simile alla metformina (un farmaco per il diabete).

Che cos’è

La berberina è una sostanza naturale, un alcaloide che trova spazio come integratore nella prevenzione e nel trattamento di molteplici disturbi.Isolata a partire da differenti piante medicinali – come l’Hydrastis Canadensis, la Berberis aristata e altre – la berberina può avere effetti benefici per il diabete, il colesterolo alto e le infezioni da parassiti. Inoltre, la berberina possiede alcune potenziali proprietà di interesse cosmetologico e antiaging

Proprietà

I vari studi sperimentali e l’esperienza clinica attribuiscono alla berberina proprietà:

• Antisettiche;
• Ipolipidemizzanti;
• Antiobesigene;
• Antinfiammatorie e Antiossidanti;
• Antipertensive;
• Vasoprotettrici.

Meccanismi d’Azione

Le ricerche effettuate in ambito molecolare hanno in parte chiarito i meccanismi d’azione di questo principio attivo.
Nel dettaglio, alla berberina vengono attribuite le capacità di:
• Interagire direttamente con il DNA, regolando l’espressione di geni coinvolti nei meccanismi di proliferazione e differenziazione cellulare;
• Regolare il ciclo cellulare, controllando sia i meccanismi proliferativi che quelli apoptotici di morte programmata;
• Inibire l’espressione e l’attività di alcuni enzimi, come le ciclossigenasi, coinvolti nella sintesi di mediatori dell’infiammazione Controllare la sintesi di vitamine del gruppo B, in particolare dei folati;
• Controllare l’attività delle telomerasi, enzimi coinvolti nella regolazione della longevità cellulare;
• Inibire l’attività di numerosi enzimi come le NOX, coinvolti nel danno ossidativo indotto dalle specie reattive dell’ossigeno;
• Aumentare l’espressione dei recettori per le LDL, riducendo così il rischio cardiovascolare;
• Migliorare il profilo glicemico ottimizzando il flusso energetico cellulare e l’attività ormonale dell’insulina;
• Inibire l’attività di alcuni enzimi come le MAO, coinvolti nella degradazione di neurotrasmettitori.

Berberina e Diabete

La berberina sembra particolarmente efficace nell’abbassare i livelli di glucosio nel sangue in persone diabetiche.
In uno studio, la berberina (500mg 3 volte al giorno per 3 mesi) ha esibito un’efficacia simile alla metformina (un farmaco per il diabete). Ha ridotto i livelli di emoglobina glicata, glicemia a digiuno, glicemia post-prandiale e i livelli di trigliceridi in 36 pazienti con diabete di tipo 2 1.Nell’altra metà dello studio, 48 pazienti con diabete di tipo 2 trattati con berberina hanno ottenuto risultati simili e hanno anche ridotto i livelli di insulina plasmatica. Anche il colesterolo totale e quello cattivo (LDL) sono diminuiti.
Secondo una meta-analisi, la berberina può essere utile nelle persone con diabete di tipo 2. Tuttavia, gli Autori hanno sottolineato che nel complesso le prove sono deboli, poiché gli studi analizzati erano pochi, avevano una bassa qualità metodologica, piccole dimensioni del campione e rischi non identificati di bias 2.
In generale, la berberina è sicura ed efficace nel trattamento di pazienti con diabete di tipo 2, potendo ridurre la glicemia in misura analoga ai farmaci metformina e rosiglitazone 5. Si ritiene che gli effetti ipoglicemizzanti della berberina siano dovuti a numerosi meccanismi.
In particolare, la berberina ridurrebbe la produzione di glucosio nel fegato e migliorerebbe la sensibilità all’insulina 3, 4.
Berberina, Cuore e Colesterolo
La berberina riduce i livelli di trigliceridi e la pressione sanguigna, nonché il colesterolo totale e LDL (cattivo), contribuendo a ridurre il rischio di malattie cardiache 6, 7, 8, 9.
Ad esempio, in uno studio su 32 pazienti con colesterolo alto, l’integrazione di berberina per 3 mesi ha ridotto notevolmente il colesterolo totale, i trigliceridi e il colesterolo LDL 9.
In un altro studio su 40 soggetti con problemi di colesterolo moderati, sia la berberina da sola che un integratore multi-ingrediente (berberina, policosanolo, estratto di lievito rosso, acido folico e astaxantina), somministrati quotidianamente per 4 settimane, hanno ridotto il colesterolo totale, LDL e i trigliceridi e aumentato il colesterolo buono (HDL) 10.
Sono comunque necessari ulteriori studi su larga scala.Secondo un’ampia metanalisi della ricerca clinica, i supplementi di berberina in combinazione con la terapia convenzionale (amlodipina) riducono la pressione sistolica dopo 2 mesi 6. La combinazione ridurrebbe la pressione massima di 5 mmHg e la pressione minima di 2 mmHg rispetto al solo trattamento farmacologico.
La berberina (1,2-2,0 g/die) combinata con diverse terapie convenzionali ha aumentato la qualità della vita (capacità di esercizio e riduzione della fatica) e ridotto i tassi di mortalità in 156 pazienti con insufficienza cardiaca congestizia cronica 11.

Invecchiamento e Salute della Pelle

In alcuni studi, la berberina ha dimostrato di esibire potenti effetti antiossidanti e antinfiammatori 12, 13, 14, senz’altro positivi nel quadro della medicina antiaging.
Infatti, il danno cumulativo al DNA causato dalle specie reattive dell’ossigeno (ROS) nei mitocondri è stato a lungo considerato la causa principale dell’invecchiamento. L’uso di Berberina, soprattutto se associato ad altri principi attivi, potrebbe contrastare il danno ossidativo indotto dai ROS e dai raggi UV, proteggendo le strutture cellulari cutanee dalla degenerazione cellulare e dal tanto temuto photoaging 15.
A tal proposito alcuni studi preliminari suggeriscono l’utilità della Berberina nel regolare la sintesi di melanina, rendendola pertanto un possibile rimedio anche in corso di discromatismi cutanei 16.
Altrettanto interessanti potrebbero essere le applicazioni della Berberina nel controllo della longevità cellulare, vista la capacità dello stesso principio attivo di controllare l’attività della telomerasi.
La berberina ha dimostrato di estendere la durata della vita dei moscerini della frutta e di attenuare la senescenza cellulare prematura 17.
Le medesime attività molecolari giustificherebbero l’efficacia della Berberina nel facilitare i processi di guarigione delle ferite, da un lato contrastando l’evento emorragico e dall’altro evitando la sovrapposizione di patologie infettive.
L’applicazione topica di un gel a base di berberina (5 mg/g) ha ridotto il dolore e le dimensioni delle ulcere in 84 persone con afte della bocca 18.
Sempre nell’ambito di studi preliminari, la berberina ha dimostrato di aumentare la sintesi di collagene nei fibroblasti cutanei umani e di rallentare la sua degradazione riducendo l’espressione di MMP-1 19.

Dosi ed Effetti Collaterali

Molti degli studi citati nell’articolo hanno utilizzato dosaggi nell’intervallo da 900 a 1500 mg al giorno.
È comune assumere 500 mg di berberina 3 volte al giorno, prima dei pasti (per un totale di 1500 mg al giorno).
Nel complesso, la berberina ha un ottimo profilo di sicurezza. Raramente sono stati osservati lievi effetti collaterali, come disagio addominale (nausea, crampi, diarrea).

 

Bibliografia • Berberine regulates melanin synthesis by activating PI3K/AKT, ERK and GSK3ß in B16F10 melanoma cells. Song YC, Lee Y, Kim HM, Hyun MY, Lim YY, Song KY, Kim BJ. Int J Mol Med. 2015 Apr;35(4):1011-6 • Berberine in combination with doxorubicin suppresses growth of murine melanoma B16F10 cells in culture and xenograft. Mittal A, Tabasum S, Singh RP. • Berberine-induced pigment dispersion in Bufo melanostictus melanophores by stimulation of beta-2 adrenergic receptors. Ali SA, Naaz I, Choudhary RK. J Recept Signal Transduct Res. 2014 Feb;34(1):15-20 • A berberine-loaded electrospun poly-(epsilon-caprolactone) nanofibrous membrane with hemostatic potential and antimicrobial property for wound dressing. Bao J, Yang B, Sun Y, Zu Y, Deng Y. J Biomed Nanotechnol. 2013 Jul;9(7):1173-8 • Evaluation of a 13-hexyl-berberine hydrochloride topical gel formulation.Wei HL, Wang S, Xu F, Xu LF, Zheng JR, Chen Y. Drug Dev Ind Pharm. 2013 Apr;39(4):534-9. • Berberine, an isoquinoline alkaloid, inhibits melanoma cancer cell migration by reducing the expressions of cyclooxygenase-2, prostaglandin E2 and prostaglandin E2 receptors. Singh T, Vaid M, Katiyar N, Sharma S, Katiyar SK. Carcinogenesis. 2011 Jan;32(1):86-92. • Berberine prevents UV-induced MMP-1 and reduction of type I procollagen expression in human dermal fibroblasts. Kim S, Chung JH. Phytomedicine. 2008 Sep;15(9):749-53 • Berberine inhibits TPA-induced MMP-9 and IL-6 expression in normal human keratinocytes. Kim S, Kim Y, Kim JE, Cho KH, Chung JH. Phytomedicine. 2008 May;15(5):340-7. Epub 2007 Oct 24.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Berberina 30 caps”