INTEGRATORI Funzione Immunitaria

ADENOSINA (Mix 2%)

A partire da  18,00

Utile per detergere, disinfettare e tonificare la pelle e le cavità dell’organismo.

Dispositivo Medico

Vedi scheda dei singoli componenti x funzionalità

Da 50 ml 100 ml 250 ml

Annulla selezione
Brand:Atena Bio

Scheda Del Prodotto

Ingredienti:
Argento 999/1000 max 40 ppm 44 %
Zinco colloidale ionico max 40 ppm 44 %
Oro colloidale ionico max 40 ppm 10 %
Adenosina max 2 %

Vedi in scheda le descrizioni erboristiche internazionali

USO vedi scheda

AVVISO la confezione dello spray naso puo variare sul sistema di erogazione.

 

Informazioni Aggiuntive

formato

, ,

Brand

Atena Bio

La filosofia aziendale si basa sul miglioramento della longevità umana, proponendo rimedi e prodotti naturali, usati da migliaia di anni da molteplici popolazioni, sia per la prevenzione che per la cura di tutte le malattie.
Nel corso degli anni Atena Bio S.r.l. ha sviluppato diverse collaborazioni con istituzioni scientifiche, quali il Policlinico Umberto I di Roma e l’Ospedale Cà Foncello di Treviso, per studiare e provare scientificamente i benefici dei propri prodotti. Tra le diverse collaborazioni, si evidenziano anche l’Istituto di Medicina Naturale di Urbino, Studi e Ricerche Aloe Solidale Mission Italia Onlus di Cagliari, FederAnziani di Roma, Accademia Internazionale di Nutrizione di Barcellona e Associazione di Scienza della Salute di Konniken (Svizzera).

ADENOSINA  (Mix 2%)

Informazione Erboristica

Ruolo fisiologico e farmacologico di adenosina

L’adenosina è una sostanza chimica naturale che si trova all’interno di tutte le cellule umane e inoltre è un farmaco e un integratore assunto per gestire molti sintomi e migliorare i livelli di energia. È uno dei componenti più importanti dei composti corporei essenziali. L’adenosina è importante nella produzione di adenosina monofosfato, adenosina trifosfato e altri. Al giorno d’oggi, sono stati sviluppati integratori di adenosina e vengono utilizzati per aumentare i depositi di adenosina nel fegato e in altri organi. Gli studi hanno affermato che l’ integrazione di adenosina può aiutare a fornire una migliore resistenza e forza muscolare.

Alcune delle migliori fonti di adenosina includono spinaci, sardine, cavolfiori, manzo, broccoli e carni di organi. La maggior parte degli integratori di adenosina si presenta sotto forma di ATP. Di solito vengono posizionati sotto la lingua e vengono utilizzati per l’integrazione dell’allenamento per migliorare la funzione muscolare e aumentare il flusso sanguigno. L’ATP per via endovenosa può essere utilizzato dal medico per trattare varie condizioni mediche gravi, come la fibrosi cistica o l’insufficienza multiorgano. L’adenosina viene iniettata nei muscoli per trattare condizioni, come tendini gonfi e borsite.

Maggiori informazioni le trovi qui

https://www.blog-erboristeriaweb.it/adenosina/

Altri componenti

I meccanismi attraverso i quali l’argento agisce sui
microbi sono tre:
1) I cationi d’argento possono formare pori e
perforare la parete cellulare batterica reagendo con il
componente peptidoglicano.
2) Gli ioni d’argento possono entrare nella cellula
batterica, inibendo la respirazione cellulare e
interrompendo le vie metaboliche con conseguente
generazione di specie reattive dell’ossigeno.
3) L’argento, una volta nella cellula, può anche
interagire con il DNA e interrompere il suo ciclo di
replicazione
4) L’argento può perforare la parete cellulare.
5) L’argento inibisce il ciclo di respirazione cellulare.
6) Anche le vie metaboliche sono inibite a contatto
con l’argento.
7) Il ciclo di replicazione della cellula viene interrotto
dalle particelle d’argento tramite l’interazione con il
DNA.
Azione degli Ioni di Zinco: interazione con le pareti
cellulari delle cellule batteriche con conseguente
distruzione dell’integrità della parete stessa; accumulo
nelle cellule batteriche e formazione di specie reattive
dell’ossigeno (ROS). È stato identificato il potenziale
effetto antibatterico contro i microrganismi
Gram-positivi (S. aureus, S. epidermidis, Streptococcus
pyogenes, Enerococcus faecalis, Bacillus subtilis) e
Gram-negativi (E. coli).
Sono responsabili della tossicità verso il lievito
Saccharomyces cerevisiae, hanno un effetto sulla
permeabilità della membrana aumentando la
probabilità di entrare nella cellula, come dimostrato da
studi scientifici sui batteri Streptococcus agalactiae e
Staphylococcus aureus.
Inoltre, si suppone che le proprietà antimicotiche
degli Ioni di Zinco Zn++ dipendano anche dalla
concentrazione di nanoparticelle; una maggiore
concentrazione può aumentare l’inibizione della
crescita fungina attribuibile alla rottura della
membrana cellulare fungina e alla diminuzione
dell’attività enzimatica fungina.
Studi condotti su modelli murini hanno evidenziato
come le nanoparticelle di oro inibiscano in modo
significativo gli effetti infiammatori sopprimendo la via
infiammatoria chiave correlata alla produzione di
NF-kB, COX-2, iNOS e di citochine pro-infiammatorie.
L’aumento del livello di mediatori infiammatori è un
segno distintivo dell’artrite. Pertanto, l’inibizione della
sovrapproduzione di citochine infiammatorie potrebbe
essere un’importante strategia di trattamento per
prevenire o sopprimere l’Artrite Reumatoide.
Diversi studi precedenti hanno mostrato una relazione
tra la patogenesi dell’Artrite Reumatoide con lo stress
ossidativo.
L’aumento della produzione dei ROS insieme alla
riduzione degli antiossidanti è stato rilevato nei
pazienti con Artrite Reumatoide e coinvolto come
mediatore per la distruzione della cartilagine.
In studi recenti i dati ottenuti in seguito al trattamento
con nanoparticelle di oro hanno evidenziato la loro
capacità antiossidante.La sua attività di messaggero
si esplica nello spazio extracellulare, che le purine
raggiungono grazie a trasportator, membrane cellulari
danneggiate o degranulazione come adenosina
difosfato (ADP).

Nello spazio extracellulare, l’adenosina trifosfato (ATP)
e l’ADP vengono convertiti in adenosina monofosfato
(AMP) dal cluster di differenziazione dell’enzima
esonucleasi (CD). Successivamente, l’AMP viene
idrolizzato in adenosina dall’enzima CD73.
La biodisponibilità dell’adenosina è limitata nel tempo
e ciò è dovuto ai sistemi di trasporto dei nucleosidi,
alla diffusione per gradiente, alla metabolizzazione
in inositolo attraverso l’adenosina deaminasi e alla
fosforilazione in AMP tramite l’adenosina chinasi.
Inoltre, l’adenosina ha quattro sottotipi di recettori
appartenenti alla superfamiglia delle proteine G.
L’adenosina è un ribonucleoside purinico che ha le
proprietà di neuromodulatore e neurotrasmettitore e
mostra una vasta gamma di attività biologiche.
La breve emivita dell’adenosina può essere sufficiente
dato il rapido reclutamento di secondi messaggeri e
l’attivazione prolungata delle vie coinvolte. Questi
recettori sono attualmente studiati come bersaglifarmacologici, ad esempio, per il trattamento di
disturbi cardiovascolari, malattie renali, ipertensione,
morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer, asma,
malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), disturbi
infiammatori e allergici e cancro.
Gli effetti dell’adenosina sono mediati dai recettori
legati alla membrana, che sono legati alle proteine G.
Negli ultimi anni sono stati quindi fatti grandi
passi avanti per sfruttare le proprietà biologiche
dell’adenosina per il trattamento di varie patologie
come l’artrite reumatoide, l’asma, il cancro e varie
malattie del sistema nervoso centrale, disturbi
come il morbo di Parkinson. Attraverso i suoi
recettori, l’adenosina è in grado di inibire il processo
infiammatorio acuto, aumentare la capacità di
protezione della barriera epiteliale e ridurre i danni
dovuti ad una iperattivazione del sistema immunitario.
Considerando questi dati, un paziente COVID-19
con insufficienza respiratoria non responsiva è stato
trattato con adenosina.
I risultati hanno mostrato un rapido miglioramento
delle condizioni cliniche, con negatività al rilevamento
della SARS-CoV2.

USO E PRECAUZIONI

5 ml in aeresol pura 3 volte al di …..

ATTENZIONE NON USARE SE SI HA ASMA

piede diabetico ed altre situzione della pelle una o più volte a di pura uso esterno.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ADENOSINA (Mix 2%)”